Il portale dell'acqua in Italia
 
  
 
 
 
 

 
 

Le caratteristiche dell'acqua potabile

 

L'acqua destinata al consumo umano e' regolamentata dal Decreto Legislativo del 2 Febbraio 2001 n.31 (in vigore dal 25 Dicembre 2003) che recepisce nella legislazione nazionale (DPR 236/88) le prescrizioni della direttiva dell'Unione Europea 98/83/CE relative alla qualità' delle acque destinate al consumo umano.

"Le acque destinate al consumo umano devono essere salubri e pulite. Non devono contenere microrganismi e parassiti, ne' altre sostanze, in quantità o concentrazioni tali da rappresentare un potenziale pericolo per la salute umana".

La legge regolamenta dal punto di vista sanitario tutti gli aspetti organolettici, microbiologici chimici ed i processi di gestione legati all'erogazione dell'acqua fissando dei limiti di concentrazione massima ammissibile. Questi vengono stabiliti tenendo conto dell'assunzione massima giornaliera su lunghi periodi, della natura del contaminante e della sua eventuale tossicità.

Considerati i parametri piu' comuni e descrittivi della qualita' dell'acqua potabile abbiamo i seguenti valori limite:

Parametro Valore limite (DLgs 31/2001)
Calcio (Ca) non previsto
Cloruri (Cl) 250 mg/l
Solfati (SO4) 250 mg/l
Nitrati (NO3) 50 mg/l
Nitriti (NO2) 0,50 mg/l
Potassio (K) non previsto
Sodio (Na) 200 mg/l
Durezza (°F) 14-50 °F

In particolare occorre prestare attenzione ai livelli relativi a Nitrati e Nitriti. I nitrati sono principalmente imputabili all'azione dei fertilizzanti azotati usati in agricoltura che percolano nel terreno attraverso l'azione della piogga e raggiungono le falde acquifere. I nitriti derivano dalla trasformazione dei nitrati ad opera di batteri presenti nell'acqua e nel nostro organismo.

Alcuni elementi contaminanti dell'acqua (solitamente legati all'azione dell'uomo) hanno i seguenti limiti:

Parametro Valore limite (DLgs 31/2001)
Arsenico (As totale) 10 µg/l
Benzene 1,0 µg/1
Cromo 50 µg/l
Piombo 10 µg/l
Nichel 10 µg/l
Antiparassitari 0,10 µg/l
Idrocarburi policiclici aromatici 0,10 µg/l

Tetracloroetilene Tricioroetilene

(trielina + tetracloroetilene)

10 µg/l

Trialometani-Totale (cloroformio, bromoformio, dibromoclorometano e bromodiclorometano)

30 µg/l

Per quanto riguarda i controlli:

L'acqua erogata viene sottoposta a duplice controllo: interno da parte del gestore che periodicamente verifica la potabilita' dell'acqua, esterno tramite controlli analitici eseguiti dall'ASL competente.

Esistono innumerevoli documenti relativi alle caratteristiche e le problematiche legate all'acqua potabile. Alcuni riferimenti nel web:

ARPAT: Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana

Centro Tutela Consumatori Alto Adige

Unione Nazionale Consumatori

Acque minerali: come leggere l'etichetta

 
 
I vostri commenti
 
 
      Cheacquabeviamo.it   Note sui link  
© Copyright 2007-2015 Cheacquabeviamo info@cheacquabeviamo.it - pubblicita'